Documenti

Incontro al MIT del 28 giugno 2018

PIANO INDUSTRIALE SOSPESO!

- DIFFERIMENTO SCIOPERO -

Carissimi iscritti/e,

a seguito di convocazione da parte del Ministero dei Trasporti, il 28/06/18, ha avuto luogo un estenuante confronto tra Enav e le OO.SS., finalizzato a esplorare le possibilità di evitare lo sciopero di 24h proclamato per il giorno 5 Luglio 2018.

Sapevamo che tale iniziativa avrebbe sollecitato le Istituzioni che hanno competenza sul settore, a causa dei diversi disagi che avrebbe prodotto lo sciopero.

Su Enav avevamo qualche dubbio perché, dall’epoca della quotazione in borsa a oggi è stata poco sensibile nei confronti delle maggiori OO.SS del settore che sono state costrette a dichiarare uno sciopero di 24 ore.

Abbiamo ancora una volta ribadito la necessità di rinnovare il CCNL, scaduto ormai da oltre un anno e mezzo e di sospendere il Piano Industriale, sino a che questo non sia realmente concertato e condiviso con tutte le OO.SS, che hanno l’obbligo di garantire il personale di Enav, evitando inutili “diaspore, realmente ingiustificate in un lasso di tempo così breve.

Una volta fatte le dovute valutazioni, abbiamo convenuto congiuntamente di differire tutti gli scioperi alla data del 20 Luglio, a seguito di un Verbale d’accordoche:

  • apre una trattativa No-Stop per il rinnovo del CCNL, entro il 15 luglio;

  • sospende gli effetti del Piano Industriale, fino alla conclusione dei lavori di approfondimento, che prevederanno tavoli tecnici ed un nuovo confronto all’interno dell’Organismo Paritetico di Garanzia. Qualora non si dovesse trovare, entro il 31 ottobre 2018, un percorso condiviso, che analizzi tutti gli aspetti tecnologici, professionali ma soprattutto sociali, verremo nuovamente convocati davanti al MIT, in un incontro a 3 (MIT-ENAV-OO.SS.), entro la prima settimana di novembre.

Cosa significa oggi posticipare uno sciopero di 24 ore?

  • Serve a capire se ENAV ha realmente intenzione di rinnovare il Contratto e qualora non ne avesse, lo stesso Ministero capirà che qualunque azione di sciopero non dipende più da noi!
  • Serve a trovare un percorso condiviso anche sul Piano Industriale, analizzando tutte le possibili soluzioni tecniche ed organizzative alternative a quelle previste, evitando inutili piani di mobilità stile D-Day.

Siamo certi di riuscire a trovare un percorso condiviso che tenga nella giusta considerazione il ruolo di assoluta importanza che le lavoratrici ed i lavoratori di Enav hanno sempre ricoperto, quale prima risorsa e vero motore trainante dell’Azienda. Bisogna infatti evitare inutili e controproducenti spostamenti di attività e, conseguentemente, persone, che in troppe occasioni, nel recente passato, si sono rivelate una scelta non indovinata !!!!! (Vedi ad esempio Aeroporti a “basso traffico”).

Speriamo in questi giorni di ritrovare nelle controparti la necessaria disponibilità a prendere in considerazione il Know-how interno che sicuramente costa mento di presumibili salate consulenze esterne. Se così non fosse…….. ci vediamo direttamente il 20 Luglio!

#Nec Recisa Recedit#

Indietro